Sweet November

Amore al cioccolato

Amore al cioccolato

 

Faggeto

Faggeto

 

Pioggia - baciati dalla fortuna

Pioggia – baciati dalla fortuna

 

Ventaglio

Ventaglio

 

Pioggia

Pioggia

 

Strada autunnale

Strada autunnale

 

Autunno all'aperto

Autunno all’aperto

 

Mon amour - à Paris!

Mon amour – à Paris!

 

Coffee and choc

Coffee and choc

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Grace, lo stile regale

Grace, un mito senza tempo

Grace, un mito senza tempo

Jessie Royce Landis descrive la figlia Grace Kelly a Cary Grant – To catch a thief
“La scuola di perfezionamento è stata un errore: l’hanno troppo perfezionata.”

Grace

Grace

La miliardaria americana Jessie Royce Landis a tavola con Grace Kelly, Cary Grant e John Williams
“Il whisky americano è la sola cosa. Se stesse in me, tutto lo champagne di Francia potrebbero gettarlo in acqua. E perché aspettare anni e anni prima di assaggiarne un sorso? Grandi vigneti, grandi botti… lì a invecchiare… Perché poi un povero sciocco lo assaggi solo perché una connetta possa dire che quel vino le stuzzica il nasino.”

 

Grace

Grace

Cary Grant e Grace Kelly – To catch a thief
Posso farvi una domanda indiscreta?
Speravo tanto che la faceste.

Grace Kelly

Grace Kelly

Cary Grant e Grace Kelly – To catch a thief
Ditemi, qual è la cosa che vi elettrizza di più?
La sto ancora cercando.

 

Grace Kelly, in black dress

Grace Kelly, in black dress

 

Lisa Carol Fremont (Grace Kelly) – Rear window
“Addio Jeff. Non mi rivedrai per molto tempo, o comunque… non prima di domani sera!”

Grace Kelly and Maria Callas

Grace Kelly and Maria Callas

 

“L’emancipazione delle donne ha fatto perdere loro il mistero.” Grace

Grace, princesse de Monaco

Grace, princesse de Monaco

“Evito di guardarmi indietro. Preferisco un buon ricordo ai rimpianti.” Grace

Grace Kelly, 1954, in The Country Girl

“Ai miei tempi ci si incontrava, ci si piaceva, ci si sposava. Ora a forza di
leggere libri, scervellarsi con parole difficili e psicanalizzarsi a vicenda non
si capisce più la differenza fra una pomiciata e un esame universitario!” Grace

 

Grace reading comics

Grace reading comics

“Ho odiato Hollywood. E ‘una città senza pietà, conta solo il successo. Non
conosco nessun altro posto al mondo in cui così tante persone soffrono di
esaurimenti nervosi, dove ci sono tanti alcolisti, nevrotici e infelici.” Grace

Grace Kelly, 1954, in The Country Girl

“Quando mi sono sposata io e mio marito eravamo la coppia peggio assortita del
mondo, e siamo tuttora male assortiti. Però continuiamo a volerci bene ogni
minuto che passa.” Grace

 

grace-kelly-a-un-provino-nel-1947

“Non voglio essere sposata con qualcuno che si sente inferiore a me perché ha
meno successo o meno soldi.” Grace (è stata di parola [n.d.R.])

Grace reading comics

Grace reading comics

 

Grace

Grace

Appuntamento con il tè

tea13

Bussarono alla porta e il cameriere entrò con il vassoio del tè e lo posò sul tavolino giapponese. Si udì un tintinnire di tazze e di piattini e il sibilo flautato di un samovar georgiano. Un paggio portava due coppe cinesi. Dorian Gray si alzò e si versò il tè. I due uomini si avvicinarono lentamente alla tavola e alzarono i coprivivande.
“Andiamo a teatro, stasera, – disse lord Henry. […]
“Sarei lieto di venire con voi […] – disse il giovane.(Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray)

AFTERNOON POETRY

“Il tè non ha nulla dell’inebriante arroganza del vino e dell’individualismo del caffè o dell’affettata innocenza del cacao, ma un gusto sottile, particolarmente adatto ad essere idealizzato”.

Il libro del tè – Okakura Kazuko

tea d

Voglio che tu beva il mio te’. Sentirai, il profumo ti arrivera’ all’ anima”. Parlava di un te’ prezioso, giuntole da Calcutta… Un profumo acuto si spandeva nell’ aria… Ella verso’ in una tazza la bevanda e l’ offerse ad Andrea, con un sorriso misterioso. Egli rifiuto’ dicendo “Non voglio berlo in tazza ma da te”… “Ora prendi un bel sorso”… Maria, teneva le labbra serrate, per contenerlo… E Andrea la bacio’, suggendo da essa tutto il sorso…

(Gabriele d’Annunzio, Il piacere)

Tè

tea9

C’era un tavolo apparecchiato sotto un albero di fronte alla casa, la Lepre Marzolina e il Cappellaio prendevano il te’. E, ancora, ‘Prendi un po’ di vino’, disse la Lepre Marzolina con un tono invitante. Alice si guardo’ intorno ma da ogni parte non vide altro che te’

(Lewis Carrol, Alice nel paese delle meraviglie)

tea 0

To be continued…!

The golden age of Travel

In apertura, vi citerò alcuni brevissimi passaggi del libro di Melania Mazzucco, Lei così amata:
The golden age of travel

The golden age of travel

“Nell’autunno del 1933, Annemarie arrivò in oriente, col mezzo di trasporto più affascinante, un treno che le sembrò una versione ridotta dello Shanghai- Express: il Taurus Express. In realtà, quello vero partiva da Istanbul, e portava il nome meno esotico di Simplon-Express.” (Lei così amata, Melania Mazzucco)

New York to London

New York to London

“In the fall of 1933, Annemarie arrived in the east, with the means of transport most fascinating, a train that looked like a smaller version of the Shanghai-Express: the Taurus Express. In fact, the real one started from Istanbul, and bore the less exotic name “Simplon-Express”.”(Lei così amata, Melania Mazzucco)

Orient Express

Orient Express

“Dopo qualche giorno di treno scese a Istanbul. La Turchia aveva subito negli ultimi decenni tumultuoso Mutamenti: Era un paese ritrovato e stravolto, perfino nella lingua. […]. Istanbul, metà arcaica, metà moderna. metà occidentale, metà aliena, fu davvero la sua porta per l’Oltrespecchio, il suo ingresso nel 366° giorno dell’anno, nella dimensione sospesa, soprannaturale, di una vita al rovescio: la non vita. Ma in quel momento non lo sapeva ancora.” (Lei così amata, Melania Mazzucco)

Istanbul

Train station

“After a few days of train, Annemarie arrived to Istanbul. Turkey had suffered in recent decades tumultuous Changes: It was a country found and distorted, even in language. […]. Istanbul, half archaic, half modern, half western , half alien, it was really her door to the other dimension, entered the 366th day of the year, the suspended dimension, supernatural, of a life in reverse: the non-life. But at that moment she did not know it yet. ” (Lei così amata, Melania Mazzucco)

Orient Express

Orient Express

Alla fine del 1800, fu il treno il fondatore del turismo, il creatore dei viaggi, inizialmente riservati a pochi eletti ma non più a rari singoli.

La vicenda della “età d’oro dei viaggi in treno” comincia con l’Orient Express,  il cui concepimento non avvenne in Europa, bensì in America, negli Stati Uniti.

Lì, nel 1863, George Mortimer Pullman, stufo di viaggiare su treni scomodi, pensò di costruire il Pioner, un vagone “di nuova generazione”.

Travel in style

Travel in style

At the end of 1800, the train was the founder of tourism, the creator of travel, initially reserved for selected few, but no longer for a rare individual.

The story of the “golden age of rail travel” begins with the Orient Express, whose conception did not take place in Europe, but in the United States.
There, in 1863, George Mortimer Pullman, tired of traveling on uncomfortable trains, decided to build the Pioner, a wagon of “new generation”.

L’invenzione di Mr Pullman concedeva spazi in cui la notte i viaggiatori potessero stendersi. Frattanto, per volere del miliardario Cornelius Vanderbilt, re delle ferrovie Usa, tale Webster Wagner aveva dotato i treni di sleepings, letti  sistemati però disordinatamente nel vagone. Un lampo di genio e con l’approntamento di settori riservati al sonno Mr Pullman creò i Wagons Lits. Il collaudo non si tenne per un evento felice: nel 1865 Mrs Lincoln usò uno di questi nuovi vagoni per trasportare da Washington al Kentucky il corpo del marito assassinato.

Golden Arrow railway poster, c 1920s.

Golden Arrow railway poster, c 1920s.

Mr. Pullman’ invention was able to grant spaces where travelers could lie down at night.  Meanwhile, at the behest of millionaire Cornelius Vanderbilt, the king of U.S. railroads, the Webster Wagner had provided trains with sleepings, beds, had however confusedly arranged in the wagon.

A flash of genius with the preparation of reserved areas to sleep. Mr Pullman created the Wagons Lits. The start up did not take place for a happy event: in 1865, Mrs. Lincoln used one of these new cars to transport from Washington to Kentucky the body of her murdered husband.

Ben più felice fu comunque il futuro dei vagoni-letto. Il giovane ingegnere belga George Nagelmackers, si trovava a New York nella speranza di dimenticare le proprie pene d’amore e sperimentò in varie occasioni gli sleepings, dopodiché, guarito e tornato in Belgio,  migliorò l’invenzione di Mr Pullman creando veri e propri scompartimenti, sicuri e con fior di privacy per le signore.

...veri e propri scompartimenti, sicuri e con fior di privacy per le signore.

…veri e propri scompartimenti, sicuri e con fior di privacy per le signore.

Much happier, however, was the future of the wagon-lits. The young Belgian engineer George Nagelmackers, was in New York, hoping to forget his love troubles and experimented on several occasions the sleeping-wagons. Then, recovered from love pains and returned to Belgium, improved the invention of Mr Pullman by creating real and safe compartments , with the finest of privacy for the ladies.

Atlantic City poster

L’esordio dei Wagons Lits di Nagelmackers non entusiasmò ma sistemò tutto un ricco contratto sulla linea Parigi_Bruxelles, sponsorizzato dal sovrano belga (Leopoldo II, l’uomo più ricco del mondo: il Congo, appunto belga, fu sua proprietà personale). Era fatta. Ormai affermato, il 4 dicembre 1876 Nagelmackers creò a Bruxelles la Compagnie Internationale des Wagons Lits che alla fondazione disponeva già di 53 vagoni. E seguirono i Plus: la vettura-salone tra Parigi e Mentone, e il Wagon Restaurant tra Nizza e Marsiglia.

Cap d'Antibes

Cap d’Antibes

The onset of Wagons Lits of Nagelmackers was not enthusistic, but settled around a rich contract on the line Parigi-Bruxelles, sponsored by the Belgian king (Leopold II, the richest man in the world: Congo, Belgian fact, it was his personal property). It was done! Well established on December 4, 1876 in Brussels Nagelmackers created the Compagnie Internationale des Wagons Lit, the foundation already had 53 cars. That was followed by the Plus: the car-living between Paris and Menton, and the Wagon Restaurant between Nice and Marseille.

Vintage luggage

Vintage luggage